Heighlights

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Tra assenze e colpi di scena la terza prova dell’Italian Pool Tour di Serie A ci consegna una classifica generale inattesa, che ci obbliga ad attendere l’ultima e decisiva tappa per stabilire i nomi dei 3 futuri Nazionali e dei 16 giocatori che avranno diritto di accesso alle finali nazionali di luglio.

A mettere tutti in fila questa volta ci ha pensato un incontenibile Nicoletti Luca che si è imposto in finale su Boni Gianluca. Per entrambi si trattato del miglior piazzamento stagionale nel circuito ed è valso un balzo in avanti in classifica non indifferente. Nicoletti scala posizioni importanti attestandosi  in quarta posizione a 70 punti di distanza dalla vetta, occupata da Fabio Petroni e Stefano Bazzana a pari punti e a soli 50 punti di distanza da Eric Geppert, terzo classificato in questa prova e che rappresenta ad oggi la linea di confine per la promozione nella massima serie.

 


Pubblicità


 

La sfida per l’ingresso nei nazionali sarà probabilmente una volata a quattro con qualche possibilità di rientro per Alessandro Giordani, terzo posto per lui in questa gara, e Patrizio Nuti. più difficile immaginare scenari capaci di aprire a soluzioni così ampie da  interessare giocatori attualmente oltre il 6° posto della classifica. Cristian Rinaldis e Paolo Marchesin, che avevano le carte in regola per inserirsi nella corsa alla promozione, non prendono parte alla gara e vengono tagliati fuori dai giochi.

Bene Barbara Bolfelli che ottiene il suo miglior piazzamento stagionale, accedendo alle fasi finali ad eliminazione diretta, e sale al 24° posto della classifica generale a soli 70 punti di distanza dalla posizione numero 16, valida per le qualificazioni alle finali nazionali. E’ lei la migliore italiana del circuito.

 


Pubblicità


 

Passo falso per Fabio Petroni, che non riesce a mettere in cassaforte, con una gara di anticipo, la promozione nei Nazionali. A mettergli I bastoni tra le ruote ci ha pensato un determinato e concreto  Vittorio De Falco che ora sale in sedicesima posizione.

Bene Angelo Salsano e Andrea Zanetti, quinti.

 

Feautured image from: https://wdcreativa.com/

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

E’ stata la tappa più emozionante della stagione quella andata in scena al Silvia Club di Campodarsego nel weekend del 17 e 18 marzo 2018, dove i top player del pool italiano si sono dati battaglia nella specialità del palla 8. A vincere, per la terza volta consecutiva su tre prove giocate, sua maestà Daniele Corrieri che ha ormai monopolizzato il circuito e proverà a fare il poker nella prossima tappa di palla 9, in cerca della sua migliore stagione di sempre. A detronizzarlo ci hanno provato, e ci sono quasi riusciti, I più costanti e determinati tra gli inseguitori, Michele Monaco e Stefano Dellino. Quest’ultimo deve accontentarsi di un pari negli scontri diretti, lasciando al Campione Italiano la vittoria nella finale più importante, quella che pesa 550 punti.

Già lo scorso anno avevamo pronosticato per il giocatore pugliese un probabile posto tra i protagonisti della massima serie, dopo la splendida stagione che aveva fatto in Serie A, ma nessuno, o forse pochissimi, pensavano di vederlo già così in alto in questa stagione. Secondo in classifica generale ed una progressione disarmante che da inizio anno lo vede migliorare costantemente il suo piazzamento finale nelle gare singole. Risultati che non arrivano a caso, realizzati grazie ad un allenamento costante e ad un approccio mentale al tavolo che riportano al professionismo, quello vero.

 


Pubblicità


 

Questa tappa era anche il cutoff per le qualificazioni ai prossimi Campionati Europei che andranno in scena a Veldhoven in Olanda e tutti I papabili erano chiamati a non commettere passi falsi per entrare a far parte del team italiano. Dellino ha fatto tutto quello che c’era da fare per garantirsi un posto al fianco di Corrieri per competere in tutte le specialità previste e nella gara a squadre. A completare la formazione italiana ci sono diverse possibilità, un posto è in mano a Michele Monaco, terzo in classifica generale, che durante l’anno ha più volte espresso la propria volontà di voler cedere il posto in favore di giocatori più scarichi, in termini di impegni, ed allenati di lui, ma non c’è ancora una comunicazione ufficiale in questo senso. Se rinunciasse al suo posto entrebebbe in gioco il nome di Michele Bianchini, uno dei giocatori italiani più tecnici ed allenati e che probabilmente non dispiacerebbe avere in nazionale nemmeno al coach Gabriele Cimmino. Poi c’è l’incognita della commissione tecnica, cui spetta la scelta di un eventuale quarto giocatore, che potrebbe andar a pescare tra i nomi di Alessandro Torrenti, Federico Amendola e Stefano Candela o, più probabilmente, scegliere di non aggiungere altri nomi alla lista e chiudere il team a 3 atleti e valutare in seguito le eventuali richieste per gli extra spot.

Per quanto riguarda la qualificazione alle finali stagionali è impossibile fare pronostici perchè tutto resterà in bilico fino al termine della quarta prova. Ci sono ben 11 giocatori in poco più di cento punti di differenza e la matematica ha condannato solo le ultime tre posizioni della classifica generale occupate da  Monopoli e D’Orazio, che hanno una gara in meno dei colleghi, e Paja con due gare in meno. Tutto si deciderà nell’ultima e decisiva prova in programma dall’11 al 13 Maggio.

 

La classifica dopo la terza prova

 

1             Corrieri Daniele

2             Dellino Stefano

3             Monaco Michele

4             Bianchini Michele

5             Matrizi Arjan

6             Torrenti Alessandro

7             Amendola Federico

7             Candela Francesco

9             Sini Riccardo

10           Castellano Valerio

11           Margola Giorgio

12           Garzia Pierfrancesco

13           Iacobucci Giuseppe

14           Tonini Gianmarco

14           Valoroso Marcello

16           Palmieri Marco

17           Cipriani Danilo

18           Rivara Lino

19           Corso Massimiliano

19           Nonato Lorenzo

19           Vignola Marco

22           Monopoli Francesco

23           D'Orazio Fabio

24           Paja Taulant

 

 

 


Pubblicità


 

 

Feautured image from: https://wdcreativa.com/

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Continuano gli appuntamenti stagionali dell'Italian Pool Tour a Campodarsego in provincia di Padova, presso il Silvia Club, e nel weekend del 27 e 28 gennaio si è concluso il secondo evento di questa stagione agonistica. Sempre molto numerosi i partecipanti anche in questa prova IPT che ha visto scontrarsi 60 atleti di serie B, 56 di serie A e la categoria a numero chiuso dei 24 Nazionali. La gara si é svolta sotto la supervisione della direzione gara di Marco Conventi e Merry Fontes Da Silva.

Lo streaming ed i commenti sono stati gestiti come di consueto dal coach della nazionale Gabriele Cimmino, grazie al quale è stato possibile assicurare le dirette video di tre tavoli sui canali facebook ed il successivo caricamento delle registrazioni sul canale FibisPool della piattaforma Youtube. Questa spinta "social" sta assicurando al circuito IPT una grande  visibilitá a livello nazionale, che sta contribuendo in maniera significativa al notevole sviluppo che sta subendo il movimento italiano del pool.  Da parte nostra siamo felici di contribuire a tutto questo mettendo a disposizione della Fibis Pool la nostra app "ScoreboardX - Billiard Edition" (www.scoreboardx.com) ed il nostro supporto per fornire gli automatismi necessari  a realizzare di un sistema sincronizzato dei punteggi tra i tavoli in gioco, la grafica delle dirette video ed il livescore web.

Entriamo ora nel dettaglio della gara e andiamo a fare un resoconto di quello che è successo nella Nazionali:

“Aiuto é arrivato Godzilla” urlerebbero gli altri giocatori se si trovassero nella finzione di una pellicola cinematografica, ma questa é la realtá, e il nostro Godzilla, come viene soprannominato Daniele Corrieri, miete vittime biliardistiche senza tregua! Nella categoria regina a numero chiuso, si scontrano i 24 giocatori piú forti d’Italia e al momento l’uomo da battere é sempre lui.  Il giocatore romano si conferma campione e porta a casa la seconda vittoria stagionale (nel corso del primo IPT aveva vinto la specialitá del pool continuo). Nella sua scalata verso la vittoria finale vince tutte le partite con risultati “solidi” lasciando spazio ad un pó di suspance solo nel primo match contro il napoletano Giuseppe Iacobucci, finito 8-6, il resto dei risultati non vanno oltre il punteggio di 8-4.  

Il match più bello ed equilibrato probabilmente sarebbe stato quello tra Corrieri e Stefano Dellino ma il giocatore pugliese ha dovuto fare i conti oltre che con il suo avversario anche con la sfortuna, che lo ha privato del cuoietto a metà incontro quando era in vantaggio sul giocatore romano. Da li in poi tutto è cambiato e Dellino ha visto il match scivolargli lentamente via dalle mani.

Con questa seconda vittoria Corrieri vola in classifica generale a quota 1100 e stacca decisamente gli inseguitori, con 250 punti di vantaggio sul secondo della classifica e secondo classificato della gara, l’ottimo Michele Bianchini di Verona. Se da un lato Daniele dimostra costantemente di essere il piú forte, dall’altro lato in questo IPT  Michele ha dimostrato di essere cresciuto davvero molto battendo ai quarti e in semifinale due grandi campioni,  rispettivamente Arjan Matrizi di Milano e Alessandro Torrenti di Roma. Degni di nota i bravissimi semifinalisti Stefano Dellino di Bari e il romano Alessandro Torrenti che hanno dimostrato di essere migliorati rispetto al quinto posto pel primo IPT e vanno a prendersi la quarta piazza in classifica generale, pari merito con Francesco Candela di Napoli e Arjan Matrizi.

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Continuano gli appuntamenti stagionali dell'Italian Pool Tour a Campodarsego in provincia di Padova, presso il Silvia Club, e nel weekend del 27 e 28 gennaio si è concluso il secondo evento di questa stagione agonistica. Sempre molto numerosi i partecipanti anche in questa prova IPT che ha visto scontrarsi 60 atleti di serie B, 56 di serie A e la categoria a numero chiuso dei 24 Nazionali. La gara si é svolta sotto la supervisione della direzione gara di Marco Conventi e Merry Fontes Da Silva.

Lo streaming ed i commenti sono stati gestiti come di consueto dal coach della nazionale Gabriele Cimmino, grazie al quale è stato possibile assicurare le dirette video di tre tavoli sui canali facebook ed il successivo caricamento delle registrazioni sul canale FibisPool della piattaforma Youtube. Questa spinta "social" sta assicurando al circuito IPT una grande  visibilitá a livello nazionale, che sta contribuendo in maniera significativa al notevole sviluppo che sta subendo il movimento italiano del pool.  Da parte nostra siamo felici di contribuire a tutto questo mettendo a disposizione della Fibis Pool la nostra app "ScoreboardX - Billiard Edition" (www.scoreboardx.com) ed il nostro supporto per fornire gli automatismi necessari  a realizzare di un sistema sincronizzato dei punteggi tra i tavoli in gioco, la grafica delle dirette video ed il livescore web.

Entriamo ora nel dettaglio della gara e andiamo a fare un resoconto di quello che è successo nella Serie A:

Fabio Petroni c’é! Il grande ritorno nel circuito IPT del piú titolato giocatore Italiano lo hanno sentito eccome i suoi avversari. L’atleta di Roma si é aggiudicato la finale vincendo con il risultato di 7-2 sull’avversario Cristian Rinaldis ed  è tornato in vetta alla classifica generale, affiancando il sempre ottimo Stefano Bazzana (Bolzano).

Fabio, che da quest’anno con una sua iniziativa ha dato il via alla nuova “accademia Fabio Petroni” e che ha trovato nel marchio italiano Becues una nuova sponsorizzazione, è apparso sempre molto concentrato e determinato nel suo gioco e non ha concesso praticamente nulla ai suoi avversari.  Nel girone di qualificazione ha passato i diretti con tre risultati schiaccianti per 7-0.

Negli ottavi di finale, fase ad eliminazione diretta, ha affrontato la partita più complessa contro l'ottimo Eric Geppert (Monfalcone) e ne è uscito fuori un match lungo e tirato che si è concluso solo al decider in favore di Petroni.  Seguono due match tutti romani, ai quarti contro  Patrizio Nuti, uno dei giocatori attualmente piú in forma, al quale ha concesso solo 2 game ed in semifinale contro Davy Piergiovanni (7-5). In finale ha battuto un ottimo Cristian Rinaldis, rientrato nelle gare IPT dopo una lunga assenza. Per Cristian una Partenza tutta in salita nel primo match contro l’atleta napoletano Vittorio De Falco, dove soffre un pó ma alla fine va a vincere per 7-6. Prosegue il suo cammino piú deciso e nei successivi incontri chiuderá con il risultato di 7-4 e 7-5.

Nella fase finale Cristian incontra sulla sua strada in semifinale Paolo Marchesin, ex Nazionale, contro il quale dovrá fare un pó di straordinari per portare la vittoria a casa. Dopo una partita lunga e combattuta il Romano ha la meglio per 7-6 ed approda in finale. Probabileme un pó scarico al suo appuntamento finale perde contro Fabio per 7-2. Con questo risultato Cristian risale la classifica e, sommato al nono posto della prima gara, va a prendersi il terzo posto in classifica generale al pari con Eric Geppert.

Molto bene i terzi classificati, l’ex Nazionale veneto Paolo Marchesin e il romano Davy Piergiovanni che grazie al terzo posto di questa gara ora occupano in classifica generale rispettivamente il sesto e settimo posto.

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Continuano gli appuntamenti stagionali dell'Italian Pool Tour a Campodarsego in provincia di Padova, presso il Silvia Club, e nel weekend del 27 e 28 gennaio si è concluso il secondo evento di questa stagione agonistica. Sempre molto numerosi i partecipanti anche in questa prova IPT che ha visto scontrarsi 60 atleti di serie B, 56 di serie A e la categoria a numero chiuso dei 24 Nazionali. La gara si é svolta sotto la supervisione della direzione gara di Marco Conventi e Merry Fontes Da Silva.

Lo streaming ed i commenti sono stati gestiti come di consueto dal coach della nazionale Gabriele Cimmino, grazie al quale è stato possibile assicurare le dirette video di tre tavoli sui canali facebook ed il successivo caricamento delle registrazioni sul canale FibisPool della piattaforma Youtube. Questa spinta "social" sta assicurando al circuito IPT una grande  visibilitá a livello nazionale, che sta contribuendo in maniera significativa al notevole sviluppo che sta subendo il movimento italiano del pool.  Da parte nostra siamo felici di contribuire a tutto questo mettendo a disposizione della Fibis Pool la nostra app "ScoreboardX - Billiard Edition" (www.scoreboardx.com) ed il nostro supporto per fornire gli automatismi necessari  a realizzare di un sistema sincronizzato dei punteggi tra i tavoli in gioco, la grafica delle dirette video ed il livescore web.

Entriamo ora nel dettaglio della gara e andiamo a fare un resoconto di quello che è successo nella Serie B:

Con una vittoria veramente solida Fabio Campagnola di Roma conquista il trofeo più grande e la testa della classifica generale. Quest'anno il giocatore romano sta dimostrando di essere cresciuto molto sul tavolo, mentalmente e tecnicamente,  come dimostrano i suoi ultimi risultati ed il terzo piazzamento nella prima tappa del circuito IPT. Dopo un passaggio agevole nel del girone di qualificazione prosegue in crescendo il suo cammino nella fase ad eliminazione diretta raggiungendo in finale l'atleta genovese Ettore Multari. La finale sarà a senso unico ed il giocatore romano porterà a casa una schiacciante vittoria, fermando il risultato sul 7-2 a suo favore.

Multari, che si era fermato  al diciassettesimo posto nella prima tappa IPT, risale la classifica generale fino in terza posizione e si prepara ad affrontare la seconda parte di stagione con obiettivi decisamente più interessanti. Nel girone di qualificazione affronta una partita in meno, grazie ad un sorteggio favorevole, passa dalla fase dei diretti vincendo i successivi due match con il risultato di 6-3. Nel quarto di finale, ad eliminazione diretta, incontra il vincitore della prima prova e suo compagno di squadra, il giovanissimo talento Fausto Colombini, sul quale avrà la meglio alla fine di un match tiratissimo terminato 6-5.

Ottimo risultato per Andrea Valente di Roma e Hector Alfredo Vasquez Zambrano di Genova, che chiudono in terza posizione.  Perdono terreno Ottavini  Emiliano e Marano Massimiliano che non potranno permettersi ulteriori distrazioni se vorranno partecipare alla lotta per il vertice nella seconda parte di stagione.

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Riparte il circuito IPT e con questo la stagione sportiva 2017/2018 per la categoria Nazionali, quest’anno composta da 24 giocatori (8 in più rispetto alla scorsa stagione) che si sono dati battaglia nella specialità del pool continuo. A vincere è stato il Campione Italiano in carica (assoluto e di questa specialità), Daniele Corrieri, che non si è lasciato sfuggire l’occasione per portarsi, da subito, in vetta alla classifica generale e per ricordare a tutti chi è l’uomo da battere nella massima categoria. 


Dietro di lui un “inatteso” Michele Monaco, Responsabile Nazionale della Sezione Pool, neo promosso nei Nazionali, che è riuscito ad ottenere questo ottimo piazzamento nonostante i vari impegni ed il poco tempo da poter dedicare al gioco e all’allenamento.

Nella finale non ci sono stati grandi colpi di scena perchè, nonostante potenziali run da 80+ bilie siano nel braccio di Monaco, che tecnicamente rimane uno dei giocatori più validi che abbiamo, è stata evidente la superiore lucidità di gioco da parte di Corrieri che ha costruito serie di buon livello, giocando costantemente in attacco e regalando poco al suo avversario.

Chiudono in terza posizione Francesco Candela e Arjan Matrizi, che confermano le ottime prestazioni dello scorso anno. In quinta posizione troviamo Bianchini Michele insieme ad altri tre neo promossi Stefano Dellino (il giocatore più solido e continuo nella passata stagione in Serie A), Margola Giorgio e Torrenti Alessandro.

Dei Nazionali della scorsa stagione troviamo in fondo alla classifica Cipriani Danilo, Corso Massimiliano, Garzia Pierfrancesco e D’Orazio Fabio, che dovranno fare gli extra dalla prossima tappa per poter risalire la classifica generale.
Sottotono anche la prestazione di Federico Amendola, il giovane talento azzurro da cui un pò tutti si aspettavano da subito risultati di rilievo, ma è facile inciampare all’esordio nella massima categoria ed in una specialità che a certi livelli non perdona errori. Vedremo se nelle prossime prove Amendola riuscirà a prendere le misure ai suoi avversari e a risalire la classifica fino a posizioni più interesanti.

Sicuramente quest’anno sarà tutto più difficile nella massima categoria, perchè il livello medio è ulteriormente cresciuto con l’ingresso degli 8 nuovi Nazionali, e più emozionante per gli appasisonati vista l’imprevedibilità dei risultati.

Nella Serie A, dove si è giocata la specialità del palla 10, a vincere è stato l’ottimo Stefano Bazzana che si è imposto in finale su Eric Geppert, seguono in terza posizione Andrea Grosso e Patrizio Nuti. Fabio Petroni, favorito alla vigilia della gara, si deve accontentare di una “stretta” quinta posizione, medesima posizione per Guerrisi Antonio, Rosa Daniele e Spiller Antonio. 33° posto per Barbara Bolfelli.

Nella Serie B trionfa il giovanissimo Fausto Colombini, promessa del pool italiano, che si era già distinto in diverse occasioni nel corso della passata stagione. Secondo posto per Emilinao Ottaviani, terzi Fabio Campagnola e Massimiliano Marano. In quinta posizione troviamo Alessandro Amendola (altro giovanissimo talento e fratello minore di Federico) a pari punti con Alessio Camusi, Stefano Candela ed Andrea Ricupero. 49° posto Russo Roberta.

Novità di quest’anno è stata l’introduzione di un sistema informatizzato di registrazione dei punteggi, fornito dalla app android “ScoreboardX - Billiard Edition” (www.scoreboardx.com), che ha permesso di generare in automatico sia la grafica per lo streaming dei tavoli (3 in questa occasione, uno per ogni categoria in gara) sia il livescore web.

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Si conclude il 18° Corso Istruttori Federali della Sezione Pool, quattro giorni di lezioni ed esami che hanno impegnato alievi ed istruttori per quasi 12 ore al giorno. Un programma serrato senza il quale sarebbe stato impensabile toccare argomenti ed aspetti fondamentali del gioco del biliardo (inteso nella sua accezione più ampia) e spesso trascurati. Uno sforzo necessario per aderire alle procedure SNaQ – CONI e per formare Istruttori Federali capaci di operare anche nel progetto FIBiS “ Biliardo & Scuola “ con qualifica di Istruttore Studentesco di Biliardo.

Il corso è stato tenuto da Istruttori Federali membri delle Commissioni Tecniche Nazionali e del CONI con lezioni ed esami riguardanti: l'impostazione, la tecnica di gioco basata sulle geometrie fondamentali, l'analisi fisica delle componenti che regolano la dinamica dell'esecuzione, gli schemi, l’allenamento, la preparazione gara nonché l’etica, la morale, il comportamento, la preparazione fisica, l’approccio psicologico all’insegnamento ed al gioco, le tecniche di concentrazione, il regime alimentare e la normativa CONI.

Docenti:
Dirigente Federale progetto “Biliard & Scuola “ e Docente Federale Tecnica: Mauro Lanza
Docente Federale Tecnica: Gianni Campagnolo
Dirigente Federale: Michele Monaco
Docente Federale Psicologia: Alessandro Baldassarri
Docente CONI (Preparatore atletico): Daniel Di Mattia

Partecipanti al corso:
Avanzini Roberto
Candela Andrea
Canevaro Enzo
Castriota Mauro
D’Orazio Fabio
Ferrara Alberto
Fiumi Stefano
Franchina Valter
Iannini Sara
Melecrinis Alessandro
Virzì Gaetano
Zambonin Cristiano

12 gli aspiranti istruttori, provenienti da 7 regioni differenti, che hanno preso parte al corso e che sono stati sottoposti a 2 esami scritti 1 esame pratico ed una simulazione di lezione preparata per testare non solo la preparazione del singolo ma anche specifiche caratteristiche e capacità.

Si arriva alla fine di questo percorso stanchi ma anche molto soddisfatti, perchè nonostante sia stato il primo corso su territorio nazionale ad aderire alle nuove procedure (una sorta di “corso pilota” utile anche alla Federazione per strutturare ed organizzare al meglio quelli futuri) e quindi perfezionabile, ci lascia con la consapevolezza di quello che rappresenta il biliardo come sport, a 360°, offrendoci nuovi punti di vista sia teorici che pratici e nuovi aspetti su cui poter lavorare e da approfondire, per crescere come giocatori e come istruttori.

Quello che emerge dal recap finale, dove tutti i partecipanti hanno potuto condividere la propria opinione sul corso, è la soddisfazione di aver partecipato a qualcosa di realmente interessante dove le competenze di docenti estremamente qualificati ed esperti come Gianni Campagnolo e Mauro Lanza hanno reso l’evento indimenticabile.

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Si è conclusa la stagione sportiva 2016/2017 del pool italiano con il gran finale andato in scena nella splendido Salone Autorità dello Stadio Olimpico di Roma, dove sono stati eletti i nuovi Campioni Italiani Assoluti e di Specialità per tutte le categorie in gara. Impeccabile il lavoro svolto dal Responsabile Nazionale Michele Monaco e dallo staff su cui ha potuto fare affidamento (direzione gara, arbitri, riprese streaming, servizio ristoro) in questi cinque lunghi giorni di gare, che conferma anche quest’anno le grandi potenzialità di questa federazione e la sua volontà di perseguire gli obiettivi che si era prefissi. In visita a sorpresa durante il corso delle finali anche Fabrizio Baldassarri, uno dei più grandi Campioni del pool italiano, che ci ha confessato di essere rimasto sorpreso e piacevolmente colpito da questo magnifico evento.

La categoria regina ci ha regalato molte emozioni e qualche colpo di scena, grazie (o per colpa, dipende dal punto di vista) agli incroci causati dalle classifiche di specialità degli IPT, falsate dalle assenze stagionali di alcuni giocatori. Lo scontro nei primissimi turni tra Daniele Corrieri e Pietro Caperna, in praticamente tutte le specialità, ha caricato queste finali di incertezze nonostante alla vigilia tutto sembrasse abbastanza scontato e la vittoria del titolo assoluto fosse saldamente nelle mani di Corrieri.

Alla fine tutto va come doveva andare con il Campione Italiano in carica mette in sicurezza il titolo anche quest’anno, portando a casa un titolo di specialità (nel pool continuo in finale contro Gianmarco Tonini), una finale e due semifinali fermando a quasi 600 punti il differenziale dal secondo in classifica generale Arjan Matrizi. I restanti tioli di specialità vanno a Caperna Pietro (che nella specialità del palla 8 ha la meglio in finale su Francesco Monopoli), Arjan Matrizi (che nella specialità del palla 10 ha la meglio in finale su Massimiliano Corso) e Pierfrancesco Garzia (che nella specialità del palla 9 ha la meglio in finale proprio su Daniele Corrieri).

Danilo Cipriani e Francesco Candela, da quali ci si poteva aspettare qualche piazzamento di rilievo, non riescono a trovare un ritmo di gioco adeguato al loro livello e finiscono per perdere in quasi tutte le specialità nei primi turni.

Bene Fabio D’Orazio che si tira fuori dalla sfida a tre (contro Pietro Caperna e Gianmarco Tonini) per i playout ed arriva a sfiorare un’inaspettata finale nella specialità del palla 8.

Gianmarco Tonini, nonostante la buona gara disputata nel pool continuo, non riesce a sottrarsi al match di playout contro Marco Palmieri per la permanenza nella massima categoria. Finito sotto 4-2 Tonini riesce a girare l’incontro a suo favore nella seconda parte di gara confermandosi Nazionale anche per la prossima stagione.

Per quanto riguarda la categoria Master Femminile è Sara Iannini a far suo il titolo assoluto. Con un titolo di specialità e due secondi posti stacca le dirette avversarie Barbara Bolfelli e Silvia Gaudino, alle quali concede in ordine il titolo della specialità Palla 9 ed il titolo di specialità Palla 10.

Niceshotcafe © 2019

Search