Heighlights

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Ed eccoci al riepilogo del Day 2 della specialità Palla 10, che vi anticipiamo non ha riservato buone notizie per i tifosi della nazionale italiana. Si parte la mattina alle ore 09:00 con gli incontri utili a terminare lo stage 1. Nella cetegoria maschile troviamo impegnati Francesco Candela contro l'ungherese Solymosi Gabor, Pierfrancesco Garzia e Alessandro Veltri l'uno contro l'altro per un posto dello stage 2. Nel femminile tutte e tre le nostre atlete sono in cerca di un posto nel gruppo Losers Qualification, Silvia Gaudino dovrà affrontare la spagnola Silvia Lopez, mentre Barbara Bolfelli e Sara Iannini, come successo nel maschile, dovranno scontrarsi tra loro.


Francesco Candela dopo circa venti minuti di partita si ritrova sotto 5-1 contro l'atleta ungherese e tutto lascia presupporre una rapida conclusione dell'incontro. Viene chiamato il timeout ed al ritorno al tavolo l'azzurro non appare per nulla sconfortato dal punteggio, si va 5-2 poi 6-2. I dieci minuti successivi sono tutti nostri, 6-3, 6-4, 6-5 e timeout per Solymosi. Al ritorno l'ungherese conquista il match point (7-5) ma Francesco risponde subito, accorciando nuovamente 7-6 e portandosi ad una dal decider. L'ultimo game sarà dell'avversario, che vincerà quindi 8-6.. ma quanta grinta e quanta convinzione per Candela che è riuscito a rimettere in sesto una partita complicatissima.
Nello scontro fratricida tra Pierfrancesco Garzia e Alessandro Veltri ha la meglio Veltri, che dal 4-1 iniziale a favore di Pierfrancesco riesce a recuperare e a giocarsi il match negli ultimi game. Entrambi gli azzurri cercavano la prima vittoria in questi Europei e se da una parte fa piacere vedere Alessandro andare finalmente avanti nel torneo, dall'altra ci dispiace per Pierfrancesco che ancora non è riuscito a sbloccarsi e a trovare il suo gioco migliore.
Nel femminile arriva la sconfitta di Silvia Gaudino che dopo aver sbagliato una chiusura nelle fasi iniziali della partita, che poteva garantirle un vantaggio di 2-0 e mettere sotto pressione l'avversaria, non è riuscita a contenere una straripante Silvia Lopez che praticamente non sbaglierà nulla in quella gara. 6-1 il punteggio finale e fine degli Europei per Silvia, che, come da programma, non parteciperà alle rimanenti specialità.


Nella sfida azzurra tra Barbara Bolfelli e Sara Iannini è la Iannini a dominare l'incontro e ad essere la più concreta. Finisce 6-2 in circa 50 minuti di gara, anche qui da una parte dispiace per Barbara dall'altra fa piacere che anche Sara sia riuscita a portare a casa la prima vittoria in questi Europei.
Si passa allo stage 2 in tarda mattinata, siamo nelle fasi ad eliminazione diretta (last 64), partono prima Danilo Cipriani e Alessandro Veltri.
Cipriani, che affronta l'ungherese Solymosi (avversario di Candela nei turni precedenti), finisce subito sotto e dopo venti minuti di gara il match gli è completamente sfuggito di mano 4-0 che dopo altri venti minuti diventa 6-1 e che si conclude definitivamente 8-2. 33° posto per il nostro Danilo che non è ancora riuscito a trovare il giusto feeling con questa edizione degli Europei.
Alessandro Veltri trova il giusto mordente contro il portoghese Silva Miguel, padrone di casa, contro il quale riesce ad accumulare un buon vantaggio nelle fasi iniziali del match (4-1), poi ricucito poi dall'avversario (4-4). Dopo il timeout chiamato da Veltri si va avanti un game a testa fino a giungere al decider, dove Alessandro riesce a concretizzare gli sforzi vincendo il match 8-7. Siamo nei last 32.


Alle 13:30 parte Daniele Corrieri contro il campione francese Stephan Cohen (sette medaglie in carriera) ed è quest'ultimo a dettare l'andatura, da subito, con un gioco pulito e senza commettere errori. Corrieri si ritrova sotto 5-1, costretto a chiedere il timeout per rimettere insieme le idee. Si torna al tavolo ed il francese allunga ancora 6-1, poi arrivano tre game di risposta di Daniele che accorcia 6-3. Ancora un allungo di Cohen 7-3 ed altri due game per l'azzurro 7-5. Qui succede un pò di tutto, con il francese che sbaglia l'ultima comodissima 10 (più o meno quello che ha combinato Pagulayan al decider del Worl Pool Mater contro Jason Shaw) e Daniele che subito dopo sbaglia una comoda chiusura che lo avrebbe portato a completare la rimonta, dandogli la possibilità di giocare per il decider. Finisce 8-5 per il francesce, che ad eccezione della svista sull'ultima 10 ha giocato veramente molto bene.
Nei sedicesimi di finale Alessandro Veltri, ultimo italiano in gara, deve vedersela con il tedesco Weissenberger Geronimo. Si parte in equilibrio ma già sul 2-2 arriva un brutto segnale per Veltri che sbaglia la chiusura ed invece di andare avanti sul parziale si ritrova sotto 3-2, svantaggio che il game successivo si amplia ancora (4-2). Nei game successivi Veltri ricuce lo svantaggio, portandosi sul 4-4, ma un altro brutto errore gli costa nuovamente caro, torna sotto, 5-4. Regali che in qualche modo spostano tutta la pressione dal tedesco al nostro azzurro consentendo a Weissenberger di vincere gli ultimi 3 game e di fissare il punteggio sul 8-4. E' un 17° posto che ci può stare, anche in considerazione del fatto che il morale di Veltri dopo i primi tre giorni di gare potrebbe aver accusato il colpo, ma sarebbe bello vederlo giocare con più costanza ai suoi reali livelli.
Passiamo al femminile dove è rimasta in gara solo Sara Iannini, impegnata nel gruppo Losers Qualification dello stage 1, contro la tedesca Vogelmann Tina, in cerca di un posto negli ottavi di finale dello stage 2. Parte male l'azzurra che a causa anche di qualche sbavatura si ritrova sotto 3-0. Segue un timeout e quando si torna al tavolo la Iannini riesce a portare a casa quel delicatissimo game, 3-1. Purtroppo rimarrà solo un accenno di rimonta per l'azzurra perchè la tedesca riuscirà ad allungare ancora, fino al 5-1, portandosi ad uno dalla vittoria. Ci vorranno ancora due game, uno a testa, per completare l'incontro. 6-2 il punteggio finale.

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Parte male il Day 1 nella specialità del Palla 10 con le nostre azzurre che cadono una dopo l'altra nel corso del primo turno, Silvia Gaudino costretta ad incassare un severissimo 6-0, Barbara Bolfelli e Sara Iannini beffate sul finale di partita dalle rispettive avversarie, l'olandese Rademakers Melissa e la lituana Vaitkiene Tatjana. Non va meglio a Pierfrancesco Garzia nella categoria maschile, dove l'olandese Bijsterbosch Marc gli rifila un netto 8-3 spedendolo ai recuperi. 


A sistemare qualcosa ci pensa Francesco Candela con l'ottima vittoria nel Round 1 su Regli Ronald (8-4) che ci da speranza per il proseguo della giornata, ma alle 14:15 quando parte la batteria maschile dei Winners Qualification, dove sono impegnati quattro dei nostri azzurri, si torna a soffrire.

Alessandro Veltri non riesce ad entrare in partita contro lo spagnolo Diaz-Pizarro Francisco , che invece fa il suo e lo fa in maniera egregia, rifilando all'azzurro una sconfitta per 8-2. Francesco Candela non riesce a bissare il risultato del turno precedente ritrovandosi a subire il gioco del tedesco Roschkowsky Andreas che lo batte 8-4. Daniele Corrieri, che aveva preso un margine di due game di vantaggio sul francese Montpellier Alex, si fa riprendere a metà incontro e si ritrova poco dopo a perdere il decider per lo stage 2.

Nel buio più totale torna ad accendersi la speranza azzurra grazie all'ottima prestazione di Danilo Cipriani che ritrova lucidità e ritmo di gioco infliggendo un ottimo 8-5 allo svedese Sparrenloev-Fischer Christian. Qualificato!

Questa volta il vento cambia veramente ed anche nel femminile torniamo a raccogliere vittorie. Silvia Gaudino tentenna ancora nelle fasi iniziali della partita contro la francese Julien Stella ma ritrova se stessa sul 3-3 e va a vincere il match 6-3 senza ulteriori titubanze. Con lo stesso risultato Barbara Bolfelli batte la polacca Zabek Monika in un match a senso unico dopo il doppio timeout chiamato dalle atlete quando lo score segnava 3-2. Sara Iannini passa direttamente il turno, Walk-Over.

In serata Daniele Corrieri va a prendersi la qualificazione alla fase ad eliminazione diretta battendo senza complicazioni il giovane Jemeljanovs Vadims.

Cosa aspettarsi domani nel Day 2?

Nel maschile Pierfrancesco Garzia e Alessandro Veltri dovranno affrontarsi per un posto nelle fasi ad eliminazione diretta. Tutti e due sono in cerca della loro prima vittoria in questi Europei e questo significa due cose certe, primo che domani uno di loro due uscirà da questa condizione negativa e secondo che non potranno farlo entrambi. Sorte simile, ma per l'ingresso nei Losers Qualification, per Bolfelli Barbara (in cerca della sua terza vittoria) e Iannini Sara (ancora a secco di vittorie e con un solo incontro disputato alle spalle) anche loro costrette dal sorteggio ad affrontarsi in mattinata.

Silvia Gaudino dovrà vedersela con la spagnola Lopez Silvia, già vincitrice nel pool continuo contro Barbara Bolfelli. La Lopez non è tra le più forti in questi europei ma non va sottovalutata perchè è comunque una giocatrice solida, che sa fare il suo quando c'è da farlo. Silvia è la favorita in questo incontro ma non può permettersi altri balckout, da domani bisogna stare sul pezzo e ritrovare concretezza.

Francesco Candela dovrà affrontare l'ungherese Gabor Solymosi 9° lo scorso anno sia nella specialità del palla 10 che del palla 8. Anche qui non c'è molto margine e l'azzurro dovrà limitare al massimo le sbavature per entrare nella fase ad eliminazione diretta.

Danilo Cipriani e Daniele Corrieri dovranno attendere oltre la metà della mattinata di domani per conoscere i loro avversari.

Godiamoci la giornata di gare di domani e speriamo che tutti gli azzurri riescano ad esprimersi al massimo in questo finale di palla 10, è un impegno difficile e faticoso ma alla fine questi sono i Campionati Europei ed è giusto che siano così. Non mollate e mettetecela tutta!

{SCOpenGraph title=European Championships 2017 - 10 Ball Day 1} {SCOpenGraph description=Parte male il Day 1 nella specialità del Palla 10 con le nostre azzurre che cadono una dopo l'altra nel corso del primo turno, Silvia...} {SCOpenGraph image=http://www.niceshotcafe.com/images/stories/com_form2content/p44/f288/cipriani.PNG}

 

* se ritieni che questo contenuto violi i Termini di Utilizzo del sito o sia inappropriato per la pubblicazione ti inviatiamo a segnalarcelo tempestivamente indicando nell'oggetto della email il seguente ID: 635

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Kristina Tkach (RUS) e Niels Feijen (NED) vincono la medaglia d’oro nella specialità del pool continuo (straight pool) e diventano i nuovi Campioni Europei di questa specialità. Entrambi hanno giocato e vinto contro i Campioni in carica del 2016, i fratelli Ouschan. Jasmin favorita alla vigilia dell’evento ha dovuto arrendersi in finale contro la russa Kristina Tkach ed accontentarsi così del secondo gradino del podio. Albin invece è stato piegato agli ottavi di finale da Niels Feijen, che lo ha battuto 125-88 mettendo sul piatto due pesanti run da 50 e 67 bilie.

Nel maschile il podio si completa con Kaplan Tomasz al secondo posto, che in finale non può opporsi ad uno straripante Niels Feijen fuggito via subito con una serie da 81 nel primo turno al tavolo. Terzi il finlandese Laaksonen Kim ed il polacco Fortunski Mieszko.

Nel femminile è splendida l’impresa in finale di Kristina Tkach che sotto 45-3 contro la strafavorita al titolo Jasmin Ouschan riesce a pizzare una “mostruosa” serie da 58 bilie e a chiudere i giochi il turno successivo completando il triangolo che la separava dalla medaglia d’oro. Terza posizione e medaglia di bronzo per l’atleta tedesca Vogelmann Tina e l’atleta russa Seroshtan Natalia.
Il miglior italiano in gara è Daniele Corrieri fermato in nona posizione dal finlandese Laaksonen Kim in quello che probabilmente era il match decisivo per la medaglia.

Articoli, approfondimenti e statistiche su tutti gli italiani in gara sono disponibili nella sezione “Speciali –> Europei 2017”, o raggiungibili tramite la URL:

http://www.niceshotcafe.com/speciali/speciale-europei-2017.html


Sito ufficiale dell’evento:
www.europeanpoolchampionships.eu
www.epbf.com

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Domina i primi due giorni di gare, dedicati alla specialità dello straigh pool (14.1 continuo), Niels Feijen che conquista la medaglia d’oro nella categoria maschile. Cade a sorpresa nella finale feminile Jasmine Ouschan, lasciando l’oro alla russa Tkach Kristina. Per l’Italia il miglior piazzamento è il nono posto di Daniele Corrieri che poteva realisitcamente essere una medaglia.


Ma andiamo con ordine, partendo da quelo che è successo agli azzurri.

Daniele Corrieri vince agevolmente il primo match contro il cipriota Christoudias Michalis e trova al secondo turno Albin Ouschan (Campione del Mondo e, fino a ieri, Campione Europeo in carica di questa specialità). Tutto si conclude in soli 4 turni al tavolo, Corrieri entra subito in serie riuscendo ad infilare una buona run da 55, poi un turno interlocutorio a testa (14 palle Albin, 4 Daniele) e la run definitiva dell’austriaco che infila 86 bilie chiudendo definitivamente il match. Nei recuperi vince prima contro lo svizzero Karabiyk Aygun 100-21 (best run di 68 ad inizio partita), poi contor l’ucraino Patsura Vitaliy 100-47 (best run di 36 ad inizio partita) e nell’ultimo match di qualificazione contro lo svizzero Regli Ronald 100-98 (best run di 59 a metà partita). Un match quest’ultimo che ci ha tenuto tutti col fiato sospeso fino all’ultimo istante, da un parziale di 96 a 49 per l’italiano si arriva ad un punteggio di 98-98 con lo svizzero al tavolo e una comoda palla break da tirare. Regli Ronald imbuca la palla break ma rimane con la battente inchiodato al maxi cluster centrale (99-98) con nessuna possibilità di difesa, a meno di scegliere la strada di un fallo volontario. Lo svizzero decide comunque di attaccare tirando con la stecca in verticale una improbabile combination di 3-4 palle... sbaglia l’imbucata e commette anche fallo, regalando la qualificazione a Corrieri. Si passa alle fasi ad eliminazione diretta dove incontra e batte il russo Buslaev Evgenii 125-69 (la qualità del gioco si abbassa leggermente e la best run dell’italiano scende a 26).Ed eccoci agli ottavi di finale contro il finlandese Laaksonen Kim, qui Daniele non riesce a trovare il ritmo e nel momento in cui l’avversario gli offre la possibilità di rimonta non riesce ad approfittarne, commettendo qualche sbavatura e qualche errore di troppo. Finisce 125-33 a favore del finlandese che mette ko il nostro Daniele con due run intorno alle 55 bilie. Si ferma così al nono posto la nostra punta di diamante, un risultato buono nel complesso ma che lascia con l’amaro in bocca se consideriamo il fatto che il passaggio del turno lo avrebbe messo di fronte al portoghese Silva Miguel, da favorito, spalancandogli la strada per il podio.


Francesco Candela si lascia alle spalle una buona prestazione, che fa ben sperare per le prossime specialità. Al primo turno vince contro il cipriota Georgiou Lefteris 100-69 (best run 39), poi esce sconfitto di misura 100-76, contro il tedesco Weissenberger Geronimo che sul 50-44 riesce ad infilare la serie decisiva da 46 bilie. Nell’ultimo match per la qualificazione alle fasi ad eliminazione diretta Candela batte lo svizzero Steiner Marco 100-57, rimontando lo svantaggio iniziale grazie a due mini serie ravvicinate da 24 e 37. Purtroppo nei last 32 l’italiano dovrà arrendersi al padrone di casa Franco Rui che lo batterà 125-49, nonostante proprio in questo match sia arrivata la sua miglior run del torneo, di 43.


Danilo Cipriani perde il primo match contro lo slovacco Polach Jaroslav 100-30, putroppo non abbiamo seguito l’incontro e non sappiamo se c’è stato un problema con il sistema di registrazione del punteggio, perchè stando alle informazioni riportate sul sito ufficiale sembrerebbe ci sia stato un forfait sul finale di partita (cercheremo di raccogliere maggiori informazioni). Nel girone di recupero arriva la seocnda sconfitta, contro lo svizzero Nydegger Pascal 100-51, che approfitta di un fallo commesso dall’italiano sul 51-59 per tirare dritto fino al traguardo con una serie da 41.


Alessandro Veltri perde di un soffio la delicata partita di apertura contro l’olandese Bijsterbosch Marc 100-93, rimasta in bilico fino all’ultimo triangolo (best run di 57 per l’italiano). Nei recuperi non riesce a ritrovare la sintonia con il tavolo e le palle, eccezion fatta per una serie di apertura da 22 bilie non produce gioco di qualità e deve arrendersi 100-44 allo svizzero Steiner Marco.

Pierfrancesco Garzia esce sconfitto al primo turno 100-53 contro l’austriaco Lechner Maximillian che guadagna, e poi mantiene fino alla fine, un vantaggio consistente accumulato grazie ad una serie di 50 bilie realizzata nelle fasi iniziali di gioco. Ai recuperi non riesce a girare in prorpio favore il match contro lo svizzero Nydegger Pascal, deciso nelle fasi finali e terminato 100-67 a sfavore dell’azzurro.

Nella categoria femminile le nostre azzurre chiudono entrambe in diciassettesima posizione.

Silvia Gaudino perde 75-72 la faticosa partita di apertura contro la svedese Margeta Monica, quasi due ore di gioco in cui la nostra atleta non è mai riuscita ad entrare in serie nonostante il numerosi turni al tavolo (38), e probabilmente proprio a causa della stanchezza e della poca lucidità sul 73-73 arriva il fallo commesso da Silvia che decide il match in favore dell’avversaria. Finita ai recuperi ritrova energie e lucidità contro la francese Julien Stella, alla quale rifila una serie da 30 bilie in apertura di match ed un 75-54 come punteggio finale. Nell’ultima partita valida per la qualificazione alle fasi ad eliminazione diretta Silvia fatica nuovamente a prendere il ritmo ed ogni errore consente alla padrona di casa Franco Vania di allungare le distanze ed infine di vincere il match con il punteggio di 75-37.

Barbara Bolfelli non riesce a chiudere, quando ne ha la possibilità, il tirato match di apertura contro la spagnola Lopez Silvia e finisce per perderlo 75-69. Ai recuperi si vendica in qualche modo contro l’altra spagnola, Garcia Encarnacion, battendola dopo 36 turni al tavolo per 75-49. Ancora più lungo e faticoso è l’ultimo match per la qualificazione alle fasi ad eliminazione diretta, contro la polacca Garcia Encarnacion, con circa 2 ore e mezza di gioco e 39/40 turni al tavolo, dove la nostra azzurra non è mai riuscita a prendere il suo ritmo e ad entrare in partita. Alla fine esce sconfitta di misura 75-64.


Ci auguriamo che tutti i nostri atleti, ed ovviamente il coach Gabriele Cimmino, riescano a focalizzare l’attenzione su quello che di buono è stato prodotto in questi due giorni di gare e che tutti riescano a lasciarsi alle spalle, il prima possibile, le sconfitte subite senza portarsi addosso inutile pressione. Domani si riparte con il palla 10 e noi saremo qui a tifare per ognuno dei nostri azzurri!

 

{SCOpenGraph title=European Championships 2017 - Straight Pool} {SCOpenGraph description=Domina i primi due giorni di gare, dedicati alla specialità dello straigh pool (14.1 continuo), Niels Feijen che conquista la medaglia...} {SCOpenGraph image=http://www.niceshotcafe.com/images/stories/com_form2content/p44/f286/corrieri2.png}

 

* se ritieni che questo contenuto violi i Termini di Utilizzo del sito o sia inappropriato per la pubblicazione ti inviatiamo a segnalarcelo tempestivamente indicando nell'oggetto della email il seguente ID: 633

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

 

Sono in corso presso il Salgados Palace Hotel di Albufeira (Portogallo) i Campionati Europei di Pool 2017. La manifestazione terrà impegnati i componenti della nostra nazionale fino al 28 Marzo 2017 e noi saremo qui per darvi tutti gli aggiornamenti possibili.

Per raggiungere il nostro speciale potete utilizzare il menù principale --> Speciali --> Europei 2017 o in alternativa potete raggiungere la pagina tramite la URL http://www.niceshotcafe.com/speciali/speciale-europei-2017.html

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Ci siamo, oggi è andata in scena la cerimonia di apertura dei Campionati Europei di Pool 2017 e da domani mattina avranno inizio le "ostilità"! Infatti l'intero roster della nazionale ad eccezione di Sara Iannini sarà impegnato già da domani nella specialità del pool continuo.


La nuova versione "Vincent Lauria" di Daniele Corrieri affronterà al preliminare, da favorito, il cipriota Christoudias Michalis. L'eventuale vittoria lo porterà ad affrontare direttamente Albin Ouschan. Preparate i pop-corn!

Danilo Cipriani, più avanti di un turno, dovrà vedersela con lo slovacco Polach Jaroslav (3 medaglie all'attivo, tra il 2007 ed il 2008 quando militava negli juniores). Match delicato ma sicuramente alla portata di Danilo.

Francesco Candela incontrerà il cipriota Georgiou Lefteris, classe 1992, che ha all'attivo una sola presenza agli europei ed un quinto posto come best (ma era il 2009 e la categoria era quella degli juniores).

Alessandro Veltri dopo aver vinto brillantemente il primo match contro Walk-Over dovrà vedersela con l'olandese Bijsterbosch Marc, ottimo giocatore che ha già conquistato quattro podi nei Campionati Europei nelle categorie pupils, juniores e man.

A Pierfrancesco Garzia toccherà l'austriaco Lechner Maximillian, che è sicuramente un livello inferiore rispetto ai compagni di squadra Albin Oushan e He Mario ma non è una partita facila, anzi. Ha già tre medaglie all'attivo, anche se tutte nel palla 8 (due pupils ed un oro juniores), e sa come gestire la pressione.

Barbara Bolfelli affronterà la spagnola Lopez Silvia e dovrà fare attenzione perchè tra tutte le specialità quella del pool continuo è sicuramente quella dove la spagnola si è sempre trovata più a suo agio (fu anxhe bronzo nel 2011).

Silvia Gaudino dovrà vedersela contro la svedese Margeta Monica che nel 2010 vinse una medaglia di bronzo nel palla 8 ma che nel pool continuo non è mai riuscita a fare risultati eccezionali. Match equilibrato dove Silvia parte leggermente favorita.

ropei di Pool 2017 e da domani mattina avranno inizio le...} {SCOpenGraph image=http://www.niceshotcafe.com/images/stories/com_form2content/p44/f283/17309841_1427999053939451_7657039212792160001_n.jpg}

 

* se ritieni che questo contenuto violi i Termini di Utilizzo del sito o sia inappropriato per la pubblicazione ti inviatiamo a segnalarcelo tempestivamente indicando nell'oggetto della email il seguente ID: 630

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

 

Giunge al termine l’ultima tranche dei Campionati Europei di Pool 2016, che ha visto in gara le categorie Seniores e Ladies. L’Italia porta a casa 3 medaglie ma anche un po’ di delusione, perché le aspettative per questa competizione erano alte, considerando che nel roster italiano dei Seniores era schierato il Campione azzurro più titolato ed esperto in campo internazionale Fabio Petroni ed il grande Campione Giorgio Margola. Nessuna medaglia per loro, il primo dovrà accontentarsi di un 5° posto nel P10, un 9° posto nel P8 ed un 9° posto nel PC. La sconfitta più difficile da digerire è quella nel P10 dove Fabio brucia 3 match point contro l’ottimo Kristiansen Vegar, perdendo 7-6 una partita condotta dall’inizio e fino al 6-3. Addio medaglia. Margola non riesce ad andare oltre il 17° posto, conquistato nel P10 e P9.


Bene Gianluca Boni, Valoroso Marcello e Piergiovanni Davi che riescono a trovare ottimi piazzamenti in classifica nonostante la loro poca esperienza in campo internazionale. Boni sfiora il podio nel Palla 8, dopo aver portato a casa il tiratissimo match contro Fabio Petroni ed è battuto ai quarti di finale dal tedesco Wirsbitzki Reiner, chiude 5°. Valoroso e Piegiovanni trovano ottimi piazzamenti al 9° posto, il primo nel P9 e nel PC, il secondo solo nel P9.


Discreta la prova di Salzano Angelo che chiude al 17° posto nel P10 e nel P8. Devruscian Marco dovrà accontentarsi , portando a casa un solo match.
Il Team Italy sfiora il podio chiudendo al 5° posto, battuto all’ultima spaccata dall’Olanda, è Telfer James ad imbucare l’ultima 8 che gli consegna la vittoria per 7-6 contro Fabio Petroni e la certezza di una medaglia.


E poi ci sono le Ladies, con un’immensa Cristina Moscetti, che combatte palla su palla, costantemente, senza mai arrendersi. E’ lei a trainare l’Italia e a portarla sul podio per ben due volte, contro la tedesca Susanne Wessel (veterana del circuito e che dal 2012 è costantemente presente sui podi europei) si gioca il metallo più prezioso ed ambito nella finale del Palla 10. Sarà argento. Poi arriva il doppio podio azzurro nel Palla 8, dove Cristina e Ignesti Patrizia cedono il passo in semifinale alla svedese Andersson Ulrika e di nuovo alla tedesca Susanne Wessel. Due bronzi. Ed ancora entrambe ad un passo dal podio nel Palla 9 dove chiudono al 5° posto. Barbara Bolfelli, che dal 2012 al 2015 aveva sempre raggiunto il podio in questa categoria, conquistando in sole tre edizioni ben 3 medaglie d’oro, 1 medaglia di argento e 2 medaglie di bronzo, rimane a secco. Dovrà accontentarsi di un 5° posto e due 7° posti.

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

 

Termina l’edizione 2016 dei Campionati Europei di Pool riservata ai giovani, andata in scena presso il Tirana Expo Center di Tirana (Albania). Nessuna medaglia per i nostri azzurri che tuttavia si sono distinti in diverse occasioni chiudendo ad un passo dal podio.
Gli italiani in gara per la categoria “Pupils” D’Egidio Giulio e Amendola Alessandro, per la categoria “Juniores” Amendola Federico, Edoardo Mele e Percoco Marco. Nessuna presenza per la categoria “Girls”.


La migliore prestazione azzurra è quella di D’Egidio Giulio che in tutte le specialità della categoria Pupils riesce a trovare piazzamenti prestigiosi, mostrando una solidità di gioco ed una costanza che lasciano ben sperare per il suo futuro in campo europeo. Chiude al 9° nel Palla 10, 5° nel Palla 8, 9° nel Palla 9 ed ancora 5° nel Pool Continuo.
Amendola Federico è invece il protagonista azzurro nella categoria Juniores, con un bottino finale di 11 vittorie su 16 partite disputate (di cui 2 nella categoria “Team”). Chiude al 9° posto nel Palla 10, 5° nel Palla 8, 9° nel Palla 9 ed ancora 9° nel Pool Continuo.


Il più giovane italiano in gara è Amendola Alessandro, classe 2004, che nella categoria “Pupils” riesce a portare a casa due vittorie ed un 17° posto come miglior piazzamento personale. Nel prossimo futuro è facile aspettarsi da lui, e più in generale da entrambi i fratelli Amendola, risultati di prestigio in ambito Italiano ed Europeo.
Un buon piazzamento arriva anche per Edoardo Mele che nella categoria Juniores trova un 17° posto nella specialità del Palla 8.
Marco Percoco porta a casa una vittoria e due sconfitte di misura chiudendo l’esperienza europea con tre piazzamenti al 17° posto (P10, P9, PC).

Niceshotcafe © 2019

Search