UK Championship 2018 - Il Magico Ronnie

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

Ronnie O'Sullivan ha battuto con il risultato di 10-6 lo scozzese Mark Allen nella finale del Campionato del Regno Unito conquistando per la settima volta il prestigioso titolo e portando a 19 il numero complessivo di titoli Triple Crown ottenuti. Un tabellone favorevole e qualche assenza importante hanno sicuramente semplificato il lavoro di The Rocket che ha battuto in ordine Luke Simmonds (6-1), Ken Doherty (6-5), Zhou Yuelong (6-0), Jack Lisowski (6-1),  Martin O'Donnel (6-1), Tom Ford (6-1) e Mark Allen (10-6). 

 


Pubblicità


 

L'ennesima stagione straordinaria, che non può non stupire tutti nonostante si parli di Ronnie O'Sullivan, forse, addirittura, la più straordinaria, iniziata con il titolo difeso e vinto allo Shanghai Master contro Barry Hawkins (che ha portato The Rocket oltre quota 10 milioni di sterline vinte in carriera, ennesimo record), poi l'English Open dove è stato fermato in semifinale da Mark Davis (ma dove è riuscito a siglare il 15° 147 della carriera, altro record), poi la vittoria al Champion of Champions nella tirata finale contro Kyren Wilson vinta 10-9 (quinta finale di fila, dove ha siglato anche 11 centoni), poi la finale persa 7-9 contro Judd Trump al Northen Ireland Open ed oggi appunto la settima vittoria in carriera nello UK Championship (e la quasi prima serie pink-red della storia).

Secondo nel ranking annuale, terzo in quello mondiale a qualche spiccio di distanza da Mark Williams. Attendiamo le sue prossime apparizione per vedere se (o quando) riuscirà a conquistare gli ultimi record che gli sono rimasti da mettere in bacheca, in primis l'ormai vicino millesimo centone della sua carriera (sempre che decida di siglarlo).

 


Pubblicità


 

Dispiacerà a molti non vederlo scendere in campo allo Scottish Open, dal quale si è ritirato nelle ore immediatamente successive alla finale di York, ma forse c'è da chiedersi se effettivamente valga la pena avere un calendario così serrato, che spreme tutti come vacche da mungere e che non lascia spazio a recuperi adeguati, riposo e preparazione. Agli appassionati farà sicuramente piacere accendere la TV e trovare snooker tutti i giorni, ma se poi, per un motivo o per un altro, c'è sempre qualche assenza eccellente forse sarebbe il caso di rallentare garantendo qualità e prestigio a tutti gli eventi in calendario.

 

 Feautured image from: http://www.worldsnooker.com/

 

 

 

 

 

Niceshotcafe © 2019

Search