Heighlights

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

La categoria regina del più nostrano dei giochi del biliardo è ripartita dalla capitale dove è stata  disputata la prima tappa Nazionali valida per la stagione sportiva 2018/2019. I più forti giocatori italiani  nella specialità 8/15 si sono ritrovati al Blanko Five di Roma dove il padrone di casa Daniele Corriere è riuscito ad imporsi su tutti e a mettere i piedi sul gradino più alto del podio già alla sua prima partecipazione ufficiale. Si perchè, anche se stiamo parlando del più forte giocatore italiano nelle specialità a buche, lui è un neopromosso e lo scorso anno ha dovuto guadagnarsi il passaggio nella massima categoria passando per i Master... che ovviamente ha vinto.

 


Pubblicità


 


Anche se la vittoria di Corrieri non stupisce più di tanto dobbiamo sempre ragionare sul field di giocatori che militano in questa categoria perchè se lui è un fuoriclasse i suoi avversari non sono da meno, di nomi blasonati e talento qui non c'è carenza e vincere una tappa è sempre molto complicato. Chissà forse per lui la prima competizione di massimo livello nazionale era anche una sorta di riscatto dopo la strana prestazione che lo ha visto protagonista in Austria nel corso dell'ultimo Euro-Tour quando aveva la possibilità di affondare il colpo di grazia al numero uno del ranking europeo Eklent Kaci e la deludente prestazione nel match contro Sanjin Pehlivanovic.

 


Pubblicità


 


Seconda posizione per il solido Christian Proietti dietro al quale finiscono il grande Luciano Artistico ed un altro neopromosso e grande interprete di questa specialità Alessio Caprio. Si devono accontentare della quinta posizione Antonio Pandolfo, Valter Franchina, Riccardo Taddei e Eros Rainero, che trova in questa prima tappa un riscatto rispetto alla negativa passata stagione.


Falsa partenza per Fabio Belfiore ed Alessandro Torrenti che perdono da subito terreno in classifica generale e che dovranno fare gli straordinari nella prossima tappa.


Qualche battibecco tra giocatori e direzione gara ma nulla che non sia giustificabile in una competizione agonistica di alto livello e che comunque non ha tolto nulla al fascino della gara e all'ottima organizzazione (staff, sala, tavoli e streaming).


Direzione Gara: Pasquale Australia Martire e Roberto Maura
Dirette Streaming: Roberto Maura
Aiuto organizzazione e arbitraggio: Salvato Cipriano, Nunzio Merendino e Michele Monaco.


Prossimo appuntamento Verona, un saluto a tutti!

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Emozioni e colpi di scena hanno segnato l'ultima prova della stagione sportiva 2017/2018 del Campionato Italiano di 8/15, giocata allo Stadio Olimpico di Roma. Il rush finale per la conquista del titolo assoluto tra le 4 migliori stecche del circuito termina con la doppia vittoria di Antonio Pandolfo che fa sua la prova e riesce a sorpassare in classifica generale i colleghi Fabio Belfiore e Valter Franchina, aggiudicandosi il titolo di Campione Italiano Assoluto

Pandolfo, che partiva dalla terza posizione della classifica generale, e che non era ancora riuscito a vincere una prova nel corso della stagione, è stato indubbiamente il protagonista di queste finali ma la prova di Cristiano Zambonin (numero 8 della classifica prima dell'ultima prova) è quella che ha decretato l'assegnazione del titolo assoluto. La vittoria nei quarti di finale contro il leader della classifica generale Fabio Belfiore è stata quella con il peso specifico più elevato e che ha probabilmente sfilato dalle mani del giocatore del Koala 2.0 un titolo che molti davano quasi per scontato. Tutto è comunque rimasto in bilico fino all'ultimo incontro, perchè il risultato della finale avrebbe potuto non consegnare il titolo nelle mani dei Pandolfo se Zambonin avesse concluso la prova con una vittoria.

L'altro grande sconfitto è Valter Franchina, unico tra i "fantastici quattro" (Fabio Belfiore, Valter Franchina, Antonio Pandolfo e Luciano Artistico) ad essere riuscito a portare a casa più di una vittoria nel corso della stagione e che partiva dalla seconda posizione della classifica generale, nonostante le non brillanti prestazioni messe in campo nel corso della prima e della terza prova. Per lui l'occasione di mettere le mani sul titolo assoluto è arrivata in semi finale nello scontro diretto contro Antonio Pandolfo, occasione che non ha saputo sfruttare al meglio ed in cui è stato costretto a giocare sempre in recupero con Pandolfo che prima gli sfugge via 2-0, che poi si fa recuperare 2-2 e che infine riesce a chiudere il match sul 4-2.

Luciano Artistico deve abbandonare le speranze di rimonta (partiva dalla quarta posizione della classifica generale) nei quarti di finale, sconfitto 4-3 da Salvatore Cipriano.

Per la prossima stagione la battaglia per il titolo assoluto dovrebbe farsi ancora più interessante ed incerta, perchè dalla categoria Master saliranno nei Nazionali stecche di valore assoluto che tenteranno di assaltare il titolo da subito,  primi tra tutti il Campione Italiano Daniele Corrieri e la storica stecca di Alessandro Torrenti, con loro saliranno nella massima categoria anche Enrico Manganotti, Carmelo Alfano, Alessio Caprio ed Andrea Sterza.

Queste le certezza, se poi, come si vocifera, il numero dei Nazionali verrà esteso a 32 giocatori altri nomi andranno a completare il quadro rendendo tutto ancora più incerto e avvincente.

 

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Dopo la tappa siciliana, dove i padroni di casa avevano dominato la prova, i fantastici 16 del più nostrano dei giochi del biliardo si sono ritrovati al Koala 2.0 Industry di Roma, per darsi battaglia sul panno blu di una delle sale più prestigiose ed apprezzate in Italia, nella quarta e penultima prova del Campionato Nazionale 8/15.

Come era lecito aspettarsi la tappa capitolina è stata luogo di rivincita per le stecche romane ed in particolare per Valter Franchina che è riuscito a portare a casa la seconda vittoria stagionale nel circuito, ai danni di Luciano Artistico battuto in finale solo alla spaccata decisiva dopo una lunga ed entusiasmante battaglia, dove le imprecisioni hanno segnato momenti importanti ed i colpi di scena non sono di certo mancati. Terzi classificati Cristiano Zambonin, che si qualifica dai diretti battendo il padrone di casa e leader della classifica generale Fabio Belfiore, e Antonio Pandolfo che trova la qualificazione dal girone di recupero.

 


Pubblicità


 



Nonostante Franchina sia l'unico giocatore del circuito a poter vantare due vittorie stagionali, paga in classifica generale le prestazioni poco brillanti avute nella prima e nella terza prova ed è quindi costretto ad inseguire dalla seconda posizione il leader Fabio Belfiore, che ha subito un progressivo calo nel corso della stagione ma che rimane comunque il favorito per il titolo 2017/2018.

Tutti gli incontri delle fasi finali di questa prova sono terminati alla spaccata decisiva e questo rende l'idea di quanto sottile sia il divario che separa gli atleti in questa specialità del biliardo, dove il braccio e l'estro pagano in misura sostanzialmente minore rispetto a testa, lucidità e visione di gioco.

 


Pubblicità


 



Al termine di questa quarta prova ci viene consegnata una classifica generale in cui le prime posizioni sono compresse in una manciata di punti e, a meno di improbabili colpi di scena, l'assegnazione del titolo di Campione Italiano Assoluto per la stagione sportiva 2017/2018 sarà una gara a quattro tra i nomi di Fabio Belfiore (1.680), Valter Franchina (1.590), Luciano Artistico (1.520) e Antonio Pandolfo (1.490), che si daranno battaglia per l'ultima volta alle Finali Nazionali in programma in estate allo Stadio Olimpico di Roma.

 

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

I 16 assi del più nostrano dei giochi del biliardo sono sbarcati in Sicilia per darsi battaglia a Brolo nella terza prova del Campionato Italiano Pool 8/15. A dominare l’evento  è stato un incontenibile Antonio Caliò che è riuscito a vincere tutti gli incontri in programma, battendo in ordine Cristiano Zambonin, Luciano Artistico, Antonio Pandolfo, Fabio Belfiore e nuovamente in finale Antonio Pandolfo.

Grazie a questo risultato il talento messinese, che non era riuscito ad esprimersi al meglio nella prova romana e che aveva saltato la successiva a Verona, compie un sostanziale balzo in avanti nella classifica generale risalendo fino alla decima posizione e mettendo la firma su uno dei risultati più presitigiosi di sempre.

 


Pubblicità


 

Il risultato ottenuto da Caliò oltre a confermarlo tra le migliori stecche italiane pone la l’intera Sicilia al centro dell’attenzione di tutti, perchè li si sta realizzando un profondo cambiamento del gioco grazie ad un movimento che si è messo in moto da qualche anno sull’intero litorale messinese, principalmente grazie agli sforzi di Salvatore Cipriano, alias “il Kapitano”, e che continua ad alimentarsi nell’intera regione.

Nelle posizioni alte della classifica generale cedono punti importanti il Campione Italiano Luciano Artisco (fermato nei diretti da Caliò e nei recuperi dal Giovanni Lo Cascio) e Valter Franchina (vincitore della precedente prova, battuto nel terzo turno dei recuperi proprio dal padrone di casa Salvatore Cipriano).

Tiene Fabio Belfiore, leader della classifica generale e già Campione Italiano nelle precedenti stagioni, che ora ha un margine di 230 punti dal suo diretto inseguitore, Antonio Pandolfo. Il giocatore romano, ritenuto da molti la massima espressione di questa specialità del biliardo, deve accontentarsi della terza posizione.

 


Pubblicità


 

Nonostante il campionato sia ancora in prossimità del giro di boa molti guardano già alla prossima stagione quando dovrebbe fare ingresso nella categoria regina anche Daniele Corrieri, ipotesi che potrebbe concretizzarsi già al termine della prossima prova in programma per il Campionato Master, che farà di tutto per fare suo il titolo 2018/2019.

Unica stecca assente alla gara di Brolo, Stefano Bazzana.

La classifica generale dopo la terza prova

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

I migliori interpreti italiani della specialità 8/15 si sono dati battaglia a Verona nella seconda tappa stagionale del Campionato Italiano, un circuito in 5 tappe riservato alla categoria Nazionali (le 16 migliori stecche italiane di questa specialità) . Sede di gara la Sala Verona di Eros Rainero, presenti tutti I nomi più blasonati, tra i quali il Campione Italiano in carica Luciano Artistico ed I Campioni Italiani degli anni precedenti (Fabio Belfiore, Antonio Pandolfo e Stefano Martelli), che si sono affrontati sulla distanza delle 5 spaccate con sistema a recuperi.

Su tutti si è imposto l’incontenibile Valter Franchina, che grazie a questa vittoria riesce a tirarsi fuori dalla zona bassa della classifica generale e a risalire fino alla terza posizione, attestandosi alle spalle del leader Fabio Belfiore e di Luciano Artistico. Un risultato che lo rimette in corsa per il titolo, la strada da percorrere è ancora lunga e tutto può accadere nel corso della stagione, ma è fondamentale non perdere terreno dalla vetta se si vuole competere per il titolo, perchè in cima ci sono giocatori di livello assoluto, che macinano punti pesanti con una costanza disarmante.

 


Pubblicità


 

Franchina vince il primo turno dei diretti contro Gianluca Sisi (3-1) e perde al turno successivo contro contro Fabio Belfiore (3-1), nei recuperi batte Giovanni Lo Cascio (3-1), Cristiano Zambonin (3-1) e Salvatore Cipriano (3-0). Si arriva alle semifinali dove Franchina batte il Campione Italiano in carica Luciano Artistico (3-1) e nell’altra semifinale Antonio Pandolfo elimina il leader della classifica generale Fabio Belfiore.

La finale, giocata perfettamente sotto il profilo tattico, si chiude sul 3-1 in favore di Franchina, che torna ad alzare un trofeo prestigioso. Giocatore rispettato e persona stimata nell’ambiente del biliardo, inizia a giocare all’età di 12 anni e vince I primi tornei federali tra il 1993 ed il 1994, poi si ferma per diversi anni tornando a gareggiare in competizioni ufficiali solo nel 2005, quando chiude al terzo posto nel Campionato Italiano Federbiliardo. Vincitore di molti tornei minori fino al 2010 arriva a giocare, ma non a vincere, la finale per il titolo assoluto nella categoria principe contro Stefano Martelli. Un altro fermo di tre anni e nella stagione 2013-14, quando riprende a giocare con costanza, disputa nuovamente la finale per il titolo, questa volta persa contro Fabio Belfiore al decider.  In quell’anno Franchina decide di dedicarsi anche al pool, che cambierà per sempre il suo approccio al biliardo. Arriverà subito un titolo di specialità in Serie B, nel palla 8, ed un ottimo  terzo assoluto. Sua anche la classifica regionale.

 


Pubblicità


 

Nell’intervista che Franchina ci ha gentilmente concesso abbiamo avuto modo di capire quanto in profondità il pool abbia modificato il suo gioco ed il suo approccio al biliardo in generale, offrendogli la possibilità di approfondire aspetti trascurati o sconosciuti, ma fondamentali, come la postura, l’allineamento, la gestione di colpi ed effetti, il controllo della battente, le sponde, etc..

A completare la sua trasformazione come giocatore è stato probabilmente il 18° Corso Istruttori Federali ,cui ha preso parte ad Ottobre, che ha rappresentato il tassello mancante di una formazione biliardistica solida, che solo oggi è in grado di offrigli una visione a 360° del gioco del biliardo in generale e delle sue specialità.

 “Ringrazio Mauro Lanza, Michele Monaco e Gianni Campagnolo per la possibilità avuta di approfondire I temi legati alla tecnica con la loro competenza e disponibilità”. Valter Franchina

 

 

 

 

 

 

 

 

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Antonio Pandolfo conquista il titolo di Campione Italiano 8/15 nella categoria Master. Nelle finali nazionali della stagione 2015-2016, che si sono svolte a Brolo (Messina), il giocatore romano del Mister Pool, che aveva chiuso al 10° posto della classifica regionale ottenendo come miglior piazzamento un terzo posto nella seconda prova stagionale, è riuscito ad imporsi sul resto del field nonostante sul suo cammino, la parte alta del tabellone, fossero presenti i giocatori più accreditati per la vittoria.

L'impresa di Antonio Pandolfo l'ha spiegata lui stesso, in un post a caldo sulla sua pagina facebook, umilità e voglia di lottare su ogni singola palla. Ecco la ricetta perfetta per diventare Campioni, che ha permesso a questo giocatore di battere giocatori del calibro di Fabio Belfiore (3-1) e Luciano Artistico (3-1) che, insieme a pochi altri (Alessandro Torrenti, Daniele Corrieri, Pietro Caperna e Fabio Petroni) rappresentano la massima espressione del 8/15 in Italia.

Antonio Pandolfo ha probabilmente vinto non solo perchè voleva vincere, ma perchè doveva farlo. Perchè lo aveva promesso e perchè non c'era trofeo migliore da poter dedicare.


Ad affiancare questa splendida storia di sport e di valori c'è quella di chi si è speso al massimo per organizzare al meglio queste splendide finali nazionali, riuscendo a portare in scena a Brolo (Messina) una delle migliori manifestazioni biliardistiche degli utlimi anni. Antonio Caliò e Salvatore Cipriano.

Campioni Italiani 2015/2016:
- Antonio Pandolfo, Campione Italiano 8/15 Categoria Master
- Carlo Di Michele, Campione Italiano 8/15 Prima Categoria
- Giuseppe Carpentieri, Campione Italiano 8/15 Seconda Categoria
- Edoardo Mastrantonio, Campione Italiano 8/15 Terza Categoria


Di seguito la composizione dei podi:

Podio categoria Master:
1° Antonio Pandolfo
2° Domenico Pappalardo
3° Fabio Belfiore
3° Alessio Zoccatelli


Podio Prima Categoria:
1° Carlo Di Michele
2° Alessio La Rosa
3° Antonio Chillè
3° Giorgio Siracusa


Podio Seconda Categoria:
1° Giuseppe Carpentieri
2° Antonino Pizzino
3° Mattia Di Gregorio
3° Carmine Ippolo


Podio Terza Categoria:
1° Edoardo Mastrantonio
2° Davide Pompili
3° Claudio Triscari
3° Davide Brentegani

 

Niceshotcafe © 2018

Search