European Championships 2017 - Straight Pool

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

Domina i primi due giorni di gare, dedicati alla specialità dello straigh pool (14.1 continuo), Niels Feijen che conquista la medaglia d’oro nella categoria maschile. Cade a sorpresa nella finale feminile Jasmine Ouschan, lasciando l’oro alla russa Tkach Kristina. Per l’Italia il miglior piazzamento è il nono posto di Daniele Corrieri che poteva realisitcamente essere una medaglia.


Ma andiamo con ordine, partendo da quelo che è successo agli azzurri.

Daniele Corrieri vince agevolmente il primo match contro il cipriota Christoudias Michalis e trova al secondo turno Albin Ouschan (Campione del Mondo e, fino a ieri, Campione Europeo in carica di questa specialità). Tutto si conclude in soli 4 turni al tavolo, Corrieri entra subito in serie riuscendo ad infilare una buona run da 55, poi un turno interlocutorio a testa (14 palle Albin, 4 Daniele) e la run definitiva dell’austriaco che infila 86 bilie chiudendo definitivamente il match. Nei recuperi vince prima contro lo svizzero Karabiyk Aygun 100-21 (best run di 68 ad inizio partita), poi contor l’ucraino Patsura Vitaliy 100-47 (best run di 36 ad inizio partita) e nell’ultimo match di qualificazione contro lo svizzero Regli Ronald 100-98 (best run di 59 a metà partita). Un match quest’ultimo che ci ha tenuto tutti col fiato sospeso fino all’ultimo istante, da un parziale di 96 a 49 per l’italiano si arriva ad un punteggio di 98-98 con lo svizzero al tavolo e una comoda palla break da tirare. Regli Ronald imbuca la palla break ma rimane con la battente inchiodato al maxi cluster centrale (99-98) con nessuna possibilità di difesa, a meno di scegliere la strada di un fallo volontario. Lo svizzero decide comunque di attaccare tirando con la stecca in verticale una improbabile combination di 3-4 palle... sbaglia l’imbucata e commette anche fallo, regalando la qualificazione a Corrieri. Si passa alle fasi ad eliminazione diretta dove incontra e batte il russo Buslaev Evgenii 125-69 (la qualità del gioco si abbassa leggermente e la best run dell’italiano scende a 26).Ed eccoci agli ottavi di finale contro il finlandese Laaksonen Kim, qui Daniele non riesce a trovare il ritmo e nel momento in cui l’avversario gli offre la possibilità di rimonta non riesce ad approfittarne, commettendo qualche sbavatura e qualche errore di troppo. Finisce 125-33 a favore del finlandese che mette ko il nostro Daniele con due run intorno alle 55 bilie. Si ferma così al nono posto la nostra punta di diamante, un risultato buono nel complesso ma che lascia con l’amaro in bocca se consideriamo il fatto che il passaggio del turno lo avrebbe messo di fronte al portoghese Silva Miguel, da favorito, spalancandogli la strada per il podio.


Francesco Candela si lascia alle spalle una buona prestazione, che fa ben sperare per le prossime specialità. Al primo turno vince contro il cipriota Georgiou Lefteris 100-69 (best run 39), poi esce sconfitto di misura 100-76, contro il tedesco Weissenberger Geronimo che sul 50-44 riesce ad infilare la serie decisiva da 46 bilie. Nell’ultimo match per la qualificazione alle fasi ad eliminazione diretta Candela batte lo svizzero Steiner Marco 100-57, rimontando lo svantaggio iniziale grazie a due mini serie ravvicinate da 24 e 37. Purtroppo nei last 32 l’italiano dovrà arrendersi al padrone di casa Franco Rui che lo batterà 125-49, nonostante proprio in questo match sia arrivata la sua miglior run del torneo, di 43.


Danilo Cipriani perde il primo match contro lo slovacco Polach Jaroslav 100-30, putroppo non abbiamo seguito l’incontro e non sappiamo se c’è stato un problema con il sistema di registrazione del punteggio, perchè stando alle informazioni riportate sul sito ufficiale sembrerebbe ci sia stato un forfait sul finale di partita (cercheremo di raccogliere maggiori informazioni). Nel girone di recupero arriva la seocnda sconfitta, contro lo svizzero Nydegger Pascal 100-51, che approfitta di un fallo commesso dall’italiano sul 51-59 per tirare dritto fino al traguardo con una serie da 41.


Alessandro Veltri perde di un soffio la delicata partita di apertura contro l’olandese Bijsterbosch Marc 100-93, rimasta in bilico fino all’ultimo triangolo (best run di 57 per l’italiano). Nei recuperi non riesce a ritrovare la sintonia con il tavolo e le palle, eccezion fatta per una serie di apertura da 22 bilie non produce gioco di qualità e deve arrendersi 100-44 allo svizzero Steiner Marco.

Pierfrancesco Garzia esce sconfitto al primo turno 100-53 contro l’austriaco Lechner Maximillian che guadagna, e poi mantiene fino alla fine, un vantaggio consistente accumulato grazie ad una serie di 50 bilie realizzata nelle fasi iniziali di gioco. Ai recuperi non riesce a girare in prorpio favore il match contro lo svizzero Nydegger Pascal, deciso nelle fasi finali e terminato 100-67 a sfavore dell’azzurro.

Nella categoria femminile le nostre azzurre chiudono entrambe in diciassettesima posizione.

Silvia Gaudino perde 75-72 la faticosa partita di apertura contro la svedese Margeta Monica, quasi due ore di gioco in cui la nostra atleta non è mai riuscita ad entrare in serie nonostante il numerosi turni al tavolo (38), e probabilmente proprio a causa della stanchezza e della poca lucidità sul 73-73 arriva il fallo commesso da Silvia che decide il match in favore dell’avversaria. Finita ai recuperi ritrova energie e lucidità contro la francese Julien Stella, alla quale rifila una serie da 30 bilie in apertura di match ed un 75-54 come punteggio finale. Nell’ultima partita valida per la qualificazione alle fasi ad eliminazione diretta Silvia fatica nuovamente a prendere il ritmo ed ogni errore consente alla padrona di casa Franco Vania di allungare le distanze ed infine di vincere il match con il punteggio di 75-37.

Barbara Bolfelli non riesce a chiudere, quando ne ha la possibilità, il tirato match di apertura contro la spagnola Lopez Silvia e finisce per perderlo 75-69. Ai recuperi si vendica in qualche modo contro l’altra spagnola, Garcia Encarnacion, battendola dopo 36 turni al tavolo per 75-49. Ancora più lungo e faticoso è l’ultimo match per la qualificazione alle fasi ad eliminazione diretta, contro la polacca Garcia Encarnacion, con circa 2 ore e mezza di gioco e 39/40 turni al tavolo, dove la nostra azzurra non è mai riuscita a prendere il suo ritmo e ad entrare in partita. Alla fine esce sconfitta di misura 75-64.


Ci auguriamo che tutti i nostri atleti, ed ovviamente il coach Gabriele Cimmino, riescano a focalizzare l’attenzione su quello che di buono è stato prodotto in questi due giorni di gare e che tutti riescano a lasciarsi alle spalle, il prima possibile, le sconfitte subite senza portarsi addosso inutile pressione. Domani si riparte con il palla 10 e noi saremo qui a tifare per ognuno dei nostri azzurri!

 

{SCOpenGraph title=European Championships 2017 - Straight Pool} {SCOpenGraph description=Domina i primi due giorni di gare, dedicati alla specialità dello straigh pool (14.1 continuo), Niels Feijen che conquista la medaglia...} {SCOpenGraph image=http://www.niceshotcafe.com/images/stories/com_form2content/p44/f286/corrieri2.png}

 

* se ritieni che questo contenuto violi i Termini di Utilizzo del sito o sia inappropriato per la pubblicazione ti inviatiamo a segnalarcelo tempestivamente indicando nell'oggetto della email il seguente ID: 633

Niceshotcafe © 2018

Search