Dynamic Italian Open 2017 - Il ritorno di Souquet!

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

La prima tappa Eurotour del 2017, andata in scena in Italia presso il Best Western Premier BHR Hotel di Treviso, ha visto il ritorno alla vittoria dell'eterno Campione Ralf Souquet. L'ultima vittoria nel circuito del quarantottenne tedesco risaliva al 2014, quando vinse la tappa a Kyrenia (Cipro) battendo in finale l'inglese Karl Boyes.

Oggi "The Kaiser" ha ripetuto l'impresa vincendo in finale contro il russo Chinakhov Ruslan per 9-5, risultato che gli ha permesso di tornare in quarta posizione nel ranking. Vittime del tedesco finiscono anche Robinski Mateusz, Grilo Joao, Giallourakis Damianos , Stepanov Konstantin, Peach Daryl e Jayson Shaw (favorito alla vigilia del World Pool Master). E con questa vittoria Souquet porta a 22 il numero di tappe Euro-tour vinte in carriera allungando così le distanze dagli inseguitori (già lontanissimi) nella Hall of Fame.

Male David Alcaide che paga probabilmente la stanchezza accumulata in un periodo di fatiche e di vittorie straordinario che lo ha visto tra le altre cose vincitore nella scorsa tappa dell'Euro-Tour e nel recente Wolrd Pool Master 2017. Rimane comunque sua la prima posizione nel ranking, ma il 65° posto ottenuto oggi a Treviso potrebbe costargli la perdita di molte posizioni in classifica nel corso della stagione.

Chi invece potrebbe attaccare le prime posizioni del raking già dalla prossima tappa è il giovane Filler Joshua, tedesco classe 1995, attualmente sesto del ranking, che vedrà uscire dal conteggio dei propri punti le sue due prestazioni peggiori (zero punti ottenuti alla tappa di Treviso lo scorso anno quando non partecipò all'evento e i 180 punti ottenuti a Kyrenia quando terminò 97°), ma gli servirà comunque una prestazione eccezionale.

Tiene in classifica Niels Feijen, che, inaspettatamente, esce sconfitto agli ottavi di finale dal greco Giallourakis Damianos, e rimane in seconda posizione del ranking a soli 70 punti di distanza da Alcaide. Veramente impressionante la costanza dell'olandese che nelle ultime sette gare valide per il ranking non è mai arrivato sotto il 9° posto. Gray Mark, unico che poteva reggere il confronto si deve accontentare di una diciassettesima posizione, dopo aver incontrato sul suo percorso, nelle fasi ad eliminazione diretta, Shane Van Boening che gli ha rifilato un netto 9-3.

Il fuoriclasse statunitense, che si trovava da queste parti dopo la partecipazione al World Pool Master, è stato battuto agli ottavi di finale da He Mario che è riuscito a rimontare e a vincere negli ultimi due game. Non ci sarebbe dispiaciuto vederlo competere nuovamente contro Albin Ouschan in semifinale, se le cose fossero andate diversamente su quel lato del tabellone.

Ventidue le presenze italiane in gara (circa il 12% del totale) tra le quali spicca il nome di Daniele Corrieri, il migliore tra tutti gli azzurri, che questa volta ha dovuto arrendersi a Mika Immonen nell'ultimo match di qualificazione per la fase ad eliminazione diretta. Un incontro tiratissimo fino al 6-6, ruotato a favore di Immonen nelle ultime fasi del match. Siamo sempre li, nonostante Daniele abbia i mezzi ed il talento per battere anche i grandi tra i grandi di questo gioco e per affermarsi nel panorama internazionale, sembra mancare qualcosa nella tenuta mentale o nella costanza. Un problema tutto italiano, che anche in passato ha fatto la differenza tra i nostri campioni e quelli stranieri. Non dimentichiamoci che solo tre anni fa Daniele era in terza posizione nel ranking europeo e le tre volte che aveva dovuto incrociare la stecca con Albin Ouschan (ora Campione del Mondo in carica) aveva sempre vinto.
Davy Piergiovanni che rappresenta il secondo italiano in classifica generale dopo Daniele Correri, chiude al 97° posto (anche lui trova sulla sua strada Mika Immonen che lo spedisce ai recuperi già dal primo turno). Bruno Muratore esce sconfitto ai recuperi per 9-6 dal francese Stephan Cohen, che riesce a capitalizzare nelle fasi finali del match. Gianmarco Tonini subisce una netta sconfitta al primo turno contro lo svedese Tangudd Daniel e si ritrova ad affrontare Gray Mark ai recuperi, sfiorerà l'impresa contro il campione inglese rimontando da 8-3 fino a 8-7. C'è poi il ritorno di Millauro, la sua ultima apparizione nel circuito risale al 2008 quando giocò il Dynamic Costa del Sol Open a Malaga, che raccoglie una sola vittoria e purtroppo si tratta di quella contro Gianluca Ascheri. Subito fuori dai giochi Danilo Cipriani che incassa due sconfitte consecutive, entrambe per 9-7. Bianchini Michele viene eliminato al decider del secondo turno dei recuperi da Bruno Muratore (9-8). Garzia è costretto ad incassare due sconfitte di misura (9-6 e 9-8). Anche Stefano Dellino deve fare i conti con Mika Immonen al primo turno, 9-4 per il finlandese, ai recuperi passa il turno contro Iacuzzo Stefano e perde la succesiva contro il polacco Turkowski Michal. Bene Marco Palmieri che, nonostante sia fuori dal torneo al secondo turno dei recuperi, disputa quattro match di ottimo livello, trovando due vittorie e due sconfitte sul filo di lana, l'ultima per 9-8 contro Chinakhov Ruslan (poi finalista della tappa contro Souquet).

L'elenco completo degli italiani in gara: Ascheri Gianluca , Bianchini Michele, Bonura Antonino, Campagnolo Gianni, Cipriani Danilo, Codias Giovanni-Antonio, Corrieri Daniele, Dellino Stefano, Garzia Pierfrancesco, Iacuzzo Stefano, Milioli Andrea, Millauro Angelo, Muratore Bruno, Nanula Carmine, Palmieri Marco, Piergiovanni Davy, Prosdocimo Paolo, Quarta Antonio, Salzano Angelo, Sammarini Elio, Tonini Gianmarco e Vicentini Roberto.


Al momento i top 16 del ranking sono:
1 Alcaide David
2 Feijen Niels
3 Gray Mark
4 Souquet Ralf
5 Fortunski Mieszko
6 Filler Joshua
7 He Mario
8 Szewczyk Wojciech
9 Chinakhov Ruslan
10 Juszczyszyn Konrad
11 Sniegocki Mateusz
12 Ouschan Albin Jr.
13 Teutscher Marco
14 Ekonomopoulos Nikos
15 Sanchez Ruiz Francisco
16 Majid Imran


Nel parallelo Women Italian Open fa sempre notizia Jasmin Ouschan, questa volta per il fatto che ha "stranamente" perso una finale nel circuito, contro la tedesca Kaplan Ina per 7-4. Migliore italiana in gara è Pasquali Elisa, che sceglie la strada più lunga, quella dei recuperi, per qualificarsi alla fase ad eliminazione diretta dove si arrenderà alla tedesca Schagan Kristina e chiuderà la gara in nona posizione. Poco fortunata Barbara Bolfelli che perde entrambe i match per 7-6, l'ultimo proprio contro la vincitrice del torneo Kaplan Ina. Subito fuori anche Virlan Mirela eliminata dall svedese Margeta Monika.

Niceshotcafe © 2018

Search