Northen Ireland Open 2016 - Incredibile Mark King

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

Mark King corona il sogno di una vita, vincendo il suo primo titolo nel circuito full ranking. Lo fa all'età di 42 anni battendo al decider Barry Hawkins nella stupenda finale del Coral Northen Ireland Open 2016, andato in scena nel Titanic Exhibition Centre di Belfast. Chi è rimasto sveglio per seguire la diretta su Eurosport ha potuto ammirare uno dei frame più belli e tattici della storia dello snooker, il sedicesimo... ma andiamo con ordine, questa finale è iniziata nel nome di Hawkins che nella sessione pomeridiana era riuscito a guadagnare un vantaggio massimo di quattro frame sull'avversario, che sul finale era riuscito a ricucire lo strappo dal 5-1 al 5-3. Nella sessione serale si invertono i ruoli ed è King a dettare l'andatura, riuscendo a vincere quattro frame consecutivi (sei in tutto, se si contano anche gli ultimi due della prima sessione di gioco), portandosi in vantaggio per 7-5. Hawkins che iniziava ad essere dato per spacciato ricuce appena ha la possibilità di farlo e porta nuovamente in parità il match. Il frame successivo è di King che si porta 8-7, ad un frame dalla vittoria.

E arriviamo al frame capolavoro.

Siamo sul punteggio di 56 a 40 per Hawkins e al tavolo c'è King, a fargli compagnia la serie finale di colorate con la gialla fuori posizione nella parte alta della sponda lunga.Ha appena terminato le combinazioni di rosse/colorate disponibili ed ha un buon piazzamento sull'ultima colorata disponibile, la nera. Decide di forzarla nell'angolo in basso a sinistra nel tentativo di rialzare la gialla con la battente, ma la nera balla tra i ganascini e viene rigettata dalla buca, la bianca corre lungo la sponda lunga, aggancia la gialla e la porta in posizione perfetta davanti alla buca. Hawkins va al tavolo, imbuca la gialla, poi la verde, infine la marrone anche abbastanza scomoda. Sbaglia la blu, lo score è 65-40 e sul tavolo ci sono solo 18 punti disponibili.. ma qualcosa non va, King non concede partita, Hawkins lascia andare una smorfia di disappunto (più che l'errore che per altro) e seguono tiri di difesa e attesa, in uno di questi la battente trova sulla sua traiettoria la nera e la colpisce spostandola in prossimità della buca in basso a destra... non sembra preoccupante, ma King cerca ostinatamente di portare la blu li vicino sperando che Barry commetta qualche errore grossolano. Non è aria, Hawkins gioca sul sicuro ad ogni tiro preferendo calci di attesa.

A stufarsi sembra essere King che ad un certo punto, sotto di due snooker e con la nera neutralizzata sull'orlo della buca, decide di imbucare la blu.

I conti non tornano. Deve giocare la rosa, non ha bilie per coprirsi ed è sotto di due snooker. Perchè non la da vinta all'avversario, Ronnie ed altri l'avrebbero fatto sul 65-40 quando ancora c'erano palle sul tavolo per poter giocare in maniera tattica... è questione di correttezza snookeristica, di sportività ... e questo tizio tutto tatuato con un cognome da megalomane sembra proprio non averne. Che figuraccia sta facendo.

Seguiranno 12 minuti di snooker tattico di altissimo livello fino a giungere al tiro capolavoro di King, che adagia la rosa sulla nera, dopo averla fatta correre su e giù per la verticale del tavolo, lasciandole abbracciate sul ciglio della buca. Scacco ad Hawkins, che può solo muovere ed allungare la sua agonia, sarà scacco matto subito dopo. In fondo all'articolo è allegato il video, vi prego di vederlo perchè non capiterà più qualcosa del genere nello snooker.

Il destino opterà per un decider e lascerà che sia Hawkins ad imbucare la nera di spareggio. Nell'ultimo frame sarà Berry a mettersi in cerca di snooker per recuperare lo svantaggio ma alla fine rimarrà sotto tiro e King riuscirà a portare a casa il suo primo titolo nel ranking.

Meritato.

Veramente tante tante emozioni questa sera.

Molte le assenze tra i big, che hanno preferito prendersi una pausa dal calendario di gare, serratissimo, e ricaricare le batterie in vista del prossimo importante appuntamento il Campionato del Regno Unito. Ronnie O'Sullivan e John Higgins, che se vogliamo rappresentavano gli unici big in gara sono stati eliminati agli ottavi di finale, dove "The Rocket" è riuscito ad infilare tre centoni back to back, ma che non sono bastati per sconfiggere Kyren Wilson.

Mark King elimina al secondo turno anche Liang Wenbo, unico giocatore in corsa per il super bonus da 1.000.000 di sterline messo in palio dall'organizzazione delle Home Nations Series per chi riuscisse a vincere le quattro tappe del circuito.

Adesso ariva un lungo periodo di riposo, circa 24 ore, e poi si riparte con UK Championship! ;)

Niceshotcafe © 2018

Search