Campionato Nazionale Pool 8/15 - Seconda Prova

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

I migliori interpreti italiani della specialità 8/15 si sono dati battaglia a Verona nella seconda tappa stagionale del Campionato Italiano, un circuito in 5 tappe riservato alla categoria Nazionali (le 16 migliori stecche italiane di questa specialità) . Sede di gara la Sala Verona di Eros Rainero, presenti tutti I nomi più blasonati, tra i quali il Campione Italiano in carica Luciano Artistico ed I Campioni Italiani degli anni precedenti (Fabio Belfiore, Antonio Pandolfo e Stefano Martelli), che si sono affrontati sulla distanza delle 5 spaccate con sistema a recuperi.

Su tutti si è imposto l’incontenibile Valter Franchina, che grazie a questa vittoria riesce a tirarsi fuori dalla zona bassa della classifica generale e a risalire fino alla terza posizione, attestandosi alle spalle del leader Fabio Belfiore e di Luciano Artistico. Un risultato che lo rimette in corsa per il titolo, la strada da percorrere è ancora lunga e tutto può accadere nel corso della stagione, ma è fondamentale non perdere terreno dalla vetta se si vuole competere per il titolo, perchè in cima ci sono giocatori di livello assoluto, che macinano punti pesanti con una costanza disarmante.

 


Pubblicità


 

Franchina vince il primo turno dei diretti contro Gianluca Sisi (3-1) e perde al turno successivo contro contro Fabio Belfiore (3-1), nei recuperi batte Giovanni Lo Cascio (3-1), Cristiano Zambonin (3-1) e Salvatore Cipriano (3-0). Si arriva alle semifinali dove Franchina batte il Campione Italiano in carica Luciano Artistico (3-1) e nell’altra semifinale Antonio Pandolfo elimina il leader della classifica generale Fabio Belfiore.

La finale, giocata perfettamente sotto il profilo tattico, si chiude sul 3-1 in favore di Franchina, che torna ad alzare un trofeo prestigioso. Giocatore rispettato e persona stimata nell’ambiente del biliardo, inizia a giocare all’età di 12 anni e vince I primi tornei federali tra il 1993 ed il 1994, poi si ferma per diversi anni tornando a gareggiare in competizioni ufficiali solo nel 2005, quando chiude al terzo posto nel Campionato Italiano Federbiliardo. Vincitore di molti tornei minori fino al 2010 arriva a giocare, ma non a vincere, la finale per il titolo assoluto nella categoria principe contro Stefano Martelli. Un altro fermo di tre anni e nella stagione 2013-14, quando riprende a giocare con costanza, disputa nuovamente la finale per il titolo, questa volta persa contro Fabio Belfiore al decider.  In quell’anno Franchina decide di dedicarsi anche al pool, che cambierà per sempre il suo approccio al biliardo. Arriverà subito un titolo di specialità in Serie B, nel palla 8, ed un ottimo  terzo assoluto. Sua anche la classifica regionale.

 


Pubblicità


 

Nell’intervista che Franchina ci ha gentilmente concesso abbiamo avuto modo di capire quanto in profondità il pool abbia modificato il suo gioco ed il suo approccio al biliardo in generale, offrendogli la possibilità di approfondire aspetti trascurati o sconosciuti, ma fondamentali, come la postura, l’allineamento, la gestione di colpi ed effetti, il controllo della battente, le sponde, etc..

A completare la sua trasformazione come giocatore è stato probabilmente il 18° Corso Istruttori Federali ,cui ha preso parte ad Ottobre, che ha rappresentato il tassello mancante di una formazione biliardistica solida, che solo oggi è in grado di offrigli una visione a 360° del gioco del biliardo in generale e delle sue specialità.

 “Ringrazio Mauro Lanza, Michele Monaco e Gianni Campagnolo per la possibilità avuta di approfondire I temi legati alla tecnica con la loro competenza e disponibilità”. Valter Franchina

 

 

 

 

 

 

 

 

Niceshotcafe © 2018

Search